INNAMORATO DI UNA TRANS – 2^ parte - Messina

Sono rimasto così, con la minchia di una trans davanti alla mia faccia, senza sapere che pesci pigliare (scusate la battuta), mentre la mia erezione si sgonfiava rapidamente per cedere il posto a un cazzo morto e spaventato. Per fortuna ha parlato lei.
- Non voglio costringerti a fare quello che non vuoi, ma credevo che tu sapessi che ero una transgender fin dall'inizio. Scusa se mi sono lasciata andare, comunque ho finito e tolgo subito il disturbo.
Ha pulito gli schizzi d'acqua sul pavimento con lo straccio, le piastrelle del muro con la spugna, si è rimessa l'asciugatoio addosso, le ciabatte e si è diretta verso l'uscio di casa.
- Scusami ancora e grazie per la doccia. A buon rendere...
Non so il come e il perchè, però l'ho seguita (forse era semplicemente troppo bella), l'ho presa per un braccio e le ho accarezzato le guance senza dire una parola. Ci siamo guardati negli occhi e... e l'ho baciata in bocca stringendola forte a me. Dopo 5 minuti di baci appassionati e carezze audaci, Susy ha gettato l'asciugatoio a terra, si è accovacciata e ha preso il mio cazzo, leccandomi il glande e il frenulo con infinita sapienza. In pochi secondi mi è tornato duro, e lei ha afferrato l'asta facendolo scivolare in bocca per succhiarlo.
Sono venuto più in fretta di un ragazzino, mi vergognavo, allora l'ho sollevata e ho provato a fare lo stesso con lei. Avevo cominciato da poco e leccare la testa della sua minchia e sentivo un forte sapore salato, quando lei mi ha spinto via dicendo che non poteva farlo lì, in corridoio (ma forse non ero altrettanto bravo a fare i sucaminchia). Allora l'ho portata in camera da letto.
- Sei sicuro di volerlo fare?
- Sì, però è la mia prima volta in assoluto che faccio sesso con un... con una trans...
Ci siamo fermati ai piedi del letto tenendoci per mano e guardandoci come due innamorati
Susy ha sorriso di nuovo e si è distesa sul bordo del letto, con le gambe divaricate e chiudendo gli occhi.
- Posso... posso provare ancora?
- Fa' quel che ti suggerisce il cuore...
Mi sono accovacciato e ho iniziato daccapo a succhiare la testa della sua minchia. Non sapevo bene come si facesse un pompino, ma ricordando quello che mi aveva fatto lei poco prima, ho cercato di “copiare”.
- Mmmmm, mi piace...
Ha detto per incoraggiarmi.
Allora ho cominciato a leccare su e giù per tutta la lunghezza ammirando il suo membro palpitante. Dopo un po' l'ho preso in bocca, avvolgendo la lingua mentre lo facevo scivolare dentro e fuori.
- Così... mmmmm... bravo... fai solo un po' alla volta, non provare a prenderlo tutto...
Ho continuato così, un centimetro alla volta, ma mi piaceva e stavo davvero facendo un ottimo lavoro. Avrei voluto andare avanti tutta la notte. Purtroppo, quando mi ha schizzato il suo seme in bocca, ho provato a ingoiarlo come aveva fatto lei, ma ho cominciato a tossire e ho dovuto sputarlo sul pavimento.
Susy si è messa a ridere e mi ha fatto comunque i complimenti.
- Non preoccuparti, sei stato bravissimo... e questa era la parte più difficile...
Mi ha tirato sul letto e mi ha abbracciato. Era una ragazza bellissima e in pochi giorni mi sono innamorato di lei.
PS: dopo 9 giorni, ho già imparato a fare i sucaminchia con l'ingoio (e tante altre cose)!

FINE

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!